Ghirardelli Antonella

Diplomata come perito aziendale corrispondente in lingue estere nel 1981 a Brescia, solo recentemente sono riuscita a realizzare il sogno giovanile di laurearmi. Nel 2012 mi sono laureata in giurisprudenza con una tesi sul diritto urbanistico.

In ambito lavorativo ho avuto esperienze sia nel settore privato che nel settore pubblico, in particolar modo in ambito scolastico. Attualmente mi occupo di energie rinnovabili e mi sto specializzando come energy manager ed esperto in gestione dell'energia.
Sono associata a Libertà e Giustizia e a Liberacittadinanza.

La mia “storia politica” è recente: comincia con il movimento “Cambiare si può” e con l'esperienza di “Rivoluzione Civile”.

La mia storia personale però è un po' più “vecchia” eppure non mi ha ancora insegnato a rassegnarmi a ciò che è sempre stato e sempre sarà, alla necessità di avere le giuste conoscenze per poter fare qualsiasi cosa, all'immobilismo della nostra società, all'ingiustizia. Mille vicissitudini mi hanno portato a vivere da molto vicino o in prima persona grandi problemi trovandomi sempre dalla parte “sbagliata”.

“Se arrivi vuol dire che a qualcuno può servire, ma tu, tu grida forte, la vita contro la morte”: ecco, io non sono arrivata ma mi sento ancora in grado di gridare forte, di continuare a sperare (qualcuno ritiene sia illusione) in un mondo migliore dove la vita di tutti sia degna di essere vissuta.

“Vivo, sono partigiano. Chi vive veramente non può non essere cittadino e parteggiare. Indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. L'indifferenza è il peso morto della storia...è la materia inerte in cui affogano spesso gli entusiasmi più splendenti.... Perciò odio gli indifferenti”

Cerca nel sito