Quintavalla (Aer) ai pensionati: “Andate a votare, ma non votate per chi taglia il welfare"

«Non è importante solo che andiate a votare ma che votiate per chi non taglia il welfare e non è complice dell'austerity o dell'attacco alle pensioni». L'Altra Emilia Romagna raccomanda ai pensionati di non votare chi taglia da anni le spese sociali e riduce la sanità pubblica, la scuola e i trasporti «per voi e i vostri figli e nipoti». Ecco l'appello di Cristina Quintavalla, candidata presidente per l'Altra Emilia Romagna, che polemizza con Bonaccini, il candidato del Pd che, incontrando i sindacati dei pensionati, ha rivolto loro un appello al voto. 

L'Altra Emilia Romagna è l'alternativa al modello Renzi-Berlusconi di governo perché propone un'inversione di tendenza rispetto alle privatizzazioni dei servizi e dei beni comuni e perché - contina Quintavalla -: «Siamo gli unici oggi a difendere il Servizio Sanitario Nazionale (SSN), e cioè il diritto alla salute sancito dall’art. 32 della Costituzione, dall’assalto delle grandi lobby, le compagnie assicurative in testa, che tentano di trasformare anche la salute in merce". "Dicono che la causa del debito pubblico è rappresentata dalla spesa sanitaria eccessiva. È falso! E' inferiore alla media europea. E tuttavia il Fondo sanitario nazionale, nelle intenzioni di questo governo, è destinato a ridursi ulteriormente dal 7,1% del PIL del 2013 al 6,7% nel 2017. I ticket troppo alti spingono ormai le cittadine e i cittadini a rivolgersi ai privati o addirittura a rinunciare alle cure. Si vuole promuovere il passaggio a un sistema sanitario basato sulle assicurazioni private per chi se le può permettere e con un servizio pubblico residuale e squalificato per il resto della popolazione, secondo il disastroso modello liberista americano che esclude quarantasette milioni di persone dall’assistenza sanitaria. Per tutto questo non votate chi taglia lo stato sociale, chi taglia il futuro vostro e delle vostre famiglie». 

 

Cristina Quintavalla, candidata presidente per l'Altra Emilia Romagna

 

ufficio stampa Checchino Antonini

Cerca nel sito